fbpx

Buyer Personas: chi sono e come trovarle

Mygladix è un’agenzia bresciana che si occupa della comunicazione a 360° gradi, e sappiamo benissimo che le buyer personas rappresentano un concetto fondamentale per qualsiasi tipo di campagna pubblicitaria, e nel corso degli ultimi anni, grazie ai social, la loro presenza è diventata sempre più necessaria.

Ma partiamo dalle basi, innanzitutto con il termine buyer persona si intende una profilo, una sorta di prototipo del cliente dell’azienda presa come riferimento. Questo archetipo viene realizzato estrapolando informazioni da una banca dati che prende come riferimento diversi criteri:

1.   Dati di superficie, ovvero informazioni che si riferiscono all’anagrafica del cliente, quindi ad esempio la sua età, il sesso, la provenienza, il livello di istruzione, l’occupazione e, se possibile, informazioni riguardo al nucleo familiare a cui appartiene;

2.   Dati di profondità, ossia informazioni che si riferiscono alla psicologia del cliente, quindi ad esempio le sue opinioni, ciò che ritiene importante e ciò che invece valuta superfluo;

La prima categoria è utile per decidere quali contenuti indirizzare e con quale format, se ad esempio il buyer persona ha di media 60 anni con un livello d’istruzione basico, promuovere prodotti o realizzare contenuti su canali settoriali come Tiktok, molto probabilmente non porterà risultati concreti. La seconda categoria serve invece per stabilire un feedback rispetto ai contenuti che vengono proposti alla persona, e in base a quello poi variarli.

Ora, la domanda sorge spontanea: come si possono ricavare questi dati? In realtà ci sono diversi modi, il più comune è sicuramente la realizzazione di interviste o sondaggi, che possono essere inviati via mail tramite un semplice microsoft form. Microsoft form permette infatti sia di inserire domande a risposta multipla, utili per la prima categoria, sia domande a risposta aperta, necessarie per la seconda. A questo punto, una volta ricavate le informazioni, è tempo di percentuali! È necessario, infatti, rilevare le principali categorie d’appartenenza. Per svolgere questo passaggio così importante, è utile categorizzare tutti i campi, ad esempio non indicando l’età precisa di una persona ma una fascia d’età d’appartenenza, di solito si consigliano le seguenti: 18-24, 25-34, 35-44, 45-54, 60+. Da qui si può ad esempio rilevare che il 30% dei clienti appartiene alla categoria 18-24, il 20% ai 60+ e il 50% ai 35-44, dunque sarà utile puntare di più su quest’ultima. Noi di Mygladix collaboriamo da anni con Microsoft, e da poco siamo diventati anche partner silver, quindi possiamo offrire servizi esclusivi e promozioni speciali ai nostri clienti. 

Con l’avvento dei social media, si è inoltre parlato molto della sezione Insight o Analytics, che presenta i dati delle persone che interagiscono col profilo, dividendole già in categorie. È bene tenere presente che non sempre chi visualizza i nostri contenuti rappresenta un acquirente certo. Resta quindi al venditore la responsabilità di trasformare i propri contenuti portando traffico al proprio business.

Per questo, è utile avere una consulenza più efficace e approfondita, noi di Mygladix offriamo una gamma di servizi che garantiscono qualità e precisione. Contattateci e seguiteci sui social per maggiori informazioni!

© 2022 - Mygladix - P.Iva/C.F.  03683370989 - All rights reserved

Premi INVIO per cercare

Buckle

 

Orari Apertura Al Pubblico

Lun - Ven
9:00 - 18:00 
Sabato
Chiuso
Domenica
Chiuso

Attivi 365 giorni l’anno 24/7